Hotel Millefiori - Vigo di Fassa

Hotel
Millefiori
Loc. Vallonga
38039 Vigo di Fassa (TN)

Telefono
+39 0462 769000
p.I.V.A. 01386610222
Fax
+39 0462 769000
E-Mail
info@hotelmillefiori.com
HomePage
www.hotelmillefiori.com

P.IVA: 01386610222

MI CHIAMO ROBERT,



« ... una mattina mia madre mi stava accompagnando in montagna. Era una mattina di primavera, ancora fredda, ma limpidissima. Tutto il cielo era sereno. C’era una sola stella che brillava, la stella del mattino, l’ultima a cadere, così piccola, ma così splendente che sembrava illuminare tutto, mentre il sole cominciava a vincere l’oscurità. Quella stella attirava tutta l’attenzione dei miei occhi e del mio cuore.
Mia madre, mentre io guardavo, mi disse: “Com’è bella la natura e come siamo fortunati!”». La scoperta della bellezza avviene così: occorre sempre che qualcuno ci faccia scoprire, ci faccia guardare e quello che vediamo è come se sorgesse in quel momento.
... sto realizzando ciò che sono: Guida Alpina

Non si tratta sempre di arrivare in vetta: i tesori più grandi si trovano lungo la strada.
Sono questi i punti che cerco di esprimere e far capire ai miei ospiti durante le escursioni guidate.


Diego e Robert soddisfatti in cima alla vetta!



Nives (l'unica scalatrice ad aver fatto 11 dei quattordici 8.000), con Robert durante il Trekking dei Suoni delle Dolomiti 2011


Domenica: Torri del Sella (durata 3-4 ore; difficoltà FACILE) Arrampicata indicata per tutti coloro che desiderano sperimentare un nuovo approccio particolare con la roccia e la natura senza dimenticare le basi della sicurezza in cordata. Con partenza e ritorno al Passo Sella, luogo di importanti ritrovamenti archeologici risalenti all’era del Mesolitico, questo itinerario permette di ammirare in tutta la loro grandezza il massiccio del Sella, la Marmolada, la Val Lasties, il Sasso Lungo.

Lunedì: Finanzieri-Colac (durata 4-5 ore; difficoltà MEDIA) Con partenza dal giardino botanico del Ciampac (Alba di Canazei), questa è una ferrata che ripercorre un tratto dell’alta Via alpina teatro della Grande Guerra. Percorribile in due sensi a seconda del grado di difficoltà desiderato è una Via che permette di godere del calore di una vista su un panorama mozzafiato e dell’aria gelida proveniente del “Buco del Vento”. Ideale per chi vuole sperimentare la bellezza a 360°.


Martedì: Sasso Lungo (durata 6-7 ore; difficoltà FACILE) Arrampicata facile lungo la Via normale del Sasso Lungo dove sarà possibile alternare brevi tratti di scalata a passaggi sulle scalette e attraversando conche tutt’ora innevate raggiungere il bivacco “E. Giuliani” in quota. Da lì si prosegue fino alla vicina cima. Come nell’andata, ritorno al Passo Sella attraverso la Forcella del Sasso Lungo.

Mercoledì: Torri del Vajolet (durata 4 ore; 4 / 5+ grado) Con partenza in navetta da Pera di Fassa si raggiunge località Gardeccia, verde avvallamento nel cuore del Catinaccio. Da qui parte l’avvicinamento alle celeberrime Torri nella conca del “Gartl”, luogo amato anche dal re Alberto I del Belgio a cui il rifugio è dedicato. Tre Torri per tre diversi livelli di difficoltà ma che rendono l’arrampicata un’unica esperienza sportiva, tecnica e panoramica, sempre a contatto con la bianca roccia calcarea e sedimentaria dolomitica, unica nel suo genere e ormai riconosciuta a livello mondiale dall’UNESCO.

Giovedì: Roda di Vael-Majaré (durata 2-3 ore; difficoltà FACILE-MEDIA) Via ferrata che permette di sperimentare passaggi anche tecnicamente interessanti e che non ne ostacola il divertimento ma lo arricchisce. Arrivati con i mezzi fino alla seggiovia Paolina (passo Costalunga) dopo 5 minuti di impianto si raggiunge il rif. Paolina da dove prosegue il sentiero in direzione passo “Vajolon”. Da qui parte la prima ferrata “Roda di Vael” che si unirà alla seconda “Majare”. Il ritorno è previsto lungo il sentiero panoramico in quota “Christomannos”.
Venerdì: Ghiacciaio della Marmolada (durata 6-7 ore; difficoltà MEDIA-DIFFICILE)
Itinerario che richiede abilità e prontezza di riflessi, l’ascesa del ghiacciaio della “Regina delle Dolomiti” inizia alla partenza dell’ovovia che porta al “Pian dei Fiacconi”. Andata e ritorno attraverso le “Roccette” avrete la possibilità di sperimentare i diversi approcci possibili dell’attrezzatura tecnica in differenti habitat naturali.

Sabato: Cima Nord Catinaccio (durata 5-6 ore; difficoltà FACILE-MEDIA) Partenza con la navetta da Pera di Fassa, si raggiunge la conca del Gardeccia e si prosegue l’avvicinamento all’attacco della ferrata deviando sulla sinistra a circa metà della salita verso il rifugio re Alberto. La Val di Fassa si apre completamente lasciando intravedere cime che vanno oltre il confine fassano, nuove angolazioni, nuove sfaccettature nella roccia specchio di una passione
che va oltre il luogo e il tempo.


.... .... .... .... .... .... .... ....


PRONTI PER UNA SCIATA?

Rieccomi qui, nuovamente direte... ebbene si, questa volta in veste da maestro di sci...
Passione, quella invernale che completa l' amore che ho per la montagna, così forte che è diventata il mio lavoro.
Vi aspetto dunque, tutti quanti... tutti voi che desiderate scoprire questo mondo di curve, circondati da montagne imponenti, bellissime, su neve tutta da disegnare..
Imparerete in brevissimo tempo a guidare gli sci, questi sconosciuti... ma anche a chi già li conosce da anni, riuscirà sotto i miei consigli a portarli su ogni pendio, aggiustando la tecnica imparata e divertendosi un sacco.
Accompagno anche chi lo desidera, (ma che abbia sufficiente dimestichezza sugli sci), a fare il giro dei 4 Passi e della Grande Guerra!
Allora sci in spalla, no dai, meglio ai piedi e forza che si parte!



Per chi volesse seguire le mie scalate e ferrate, è possibile visitare il mio blog all'indirizzo:
http://flashofmylife.blogspot.com/


Per informazioni sulla disponibilità/prezzo e prenotazioni, telefonare al 3285822048 o parlarmi direttamente in albergo...

Powered by FassaWEB ® database - Informativa sui cookie